Home RADIO ONLINE

TUTTI I COUPON - Tutti i coupon della tua città!    

offerte coupon      Diffusé par Adcash

crociere in offerta

CLICCA MI PIACE PER VEDERE LA TV

TRASMISSIONI TV

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!

Diffusé par Adcash

RADIO ONLINE

RADIO STREAMING ONLINE

Tutte le radio in streaming online gratis, italiane e straniere. Ascolta la tua radio preferita sul web, radio capital, RDS, 105, Radio Deejey e molte altre. Tutta la musica on line che vuoi free e gratis sul tuo PC.

 

 

RADIO DIRETTA STREAMING ONLINE

RAI RADIO 1----------RAI RADIO 2-----------RAI RADIO 3

---------------


RADIO DEEJAY------RADIO 24 STREAMING ---- RDS STREAMING

-----

RADIO CAPITAL -----ECORADIO STREAMING --RADIO ITALIA NETWORK

--------

RADIO M2O STREAMING--RADIO 101 STREAMING ---RADIO 105

------------

RADIO KISS KISS ------RADIONORBA STREAMING---RADIO DEEJAY

---------

RADIO ITALIA STREAMING---RADIO CLASSICA -----RADIO IBIZA

---- ----

RADIO MONTECARLO -----RMC2 STREAMING------RTL102,5 STREAMING

---------------------------

RADIO CITY LIGHT VIRGIN RADIO STREAMING --RADIO PADANIA LIBERA ----

----    -- ---------

RADIO RADICALE--------RADIOMARIA ---------RADIOLATTEMIELE

------------------

RADIO SUBASIO            ISORADIO              RADIO MATER

----------

 



RADIO ITALIANE ONLINE (clicca sul logo per lo streaming)

STORIA DELLE RADIO ITALIANE


 

Rai Radio 1 online

Rai Radio 1 streaming

Rai Radio 1 - spesso abbreviata soltanto in Radio 1 - è la prima rete di Radio Rai, il settore radiofonico della Rai.
La sua data di nascita può essere fatta risalire alla prima trasmissione radiofonica italiana, avvenuta ad opera dell'URI (Unione Radiofonica Italiana) sulla lunghezza d'onda di 425 metri, che ha avuto luogo il 6 ottobre 1924  con la voce di Ines Viviani Donarelli (anche se a lungo era stata attribuita a Maria Luisa Boncompagni).

Nel 1946 assunse la denominazione di Rete Rossa, cambiandola, con la riforma del dicembre 1951 e la ristrutturazione delle tre emissioni radiofoniche, dal 1 gennaio 1952 in Programma Nazionale; con ulteriori cambi di denominazione intermedi si è poi passati a Radio 1.
Il logo di Radiorai 1 utilizzato negli anni '80
Il logo di Rai Radio 1 utilizzato negli anni '90

Attualmente è l'unica emittente italiana di interesse nazionale con autorizzazione a trasmettere in modulazione di ampiezza nella banda delle onde medie e resta, insieme a Radio Sanluchino, Radio Studio X ed a pochissime altre emittenti di carattere regionale, una delle poche emittenti in Italia a sfruttare questa tecnica di trasmissione; senza dubbio è l'unica che copre il 100% del territorio italiano attraverso i vari ripetitori. In passato anche Rai Radio 2 e Rai Radio 3 erano presenti in banda Onde Medie.

Se, in passato, la rete aveva una caratteristica di programmazione generalista, attualmente, il suo specifico risiede nell'informazione.
Secondo i dati audiradio del sesto bimestre 2008, è il canale radiofonico attualmente più ascoltato in Italia e il suo palinsesto è piuttosto variegato, caratterizzato da:
* trasmissioni musicali
* approfondimenti giornalistici
* trasmissioni sportive e di attualità
Inoltre trasmette, in esclusiva, ed in diretta, tutte le partite della nazionale italiana di calcio, oltre ai grandi eventi calcistici come Mondiali ed Europei. L'attuale radiocronista è Riccardo Cucchi.
È rivolta in particolare ad un pubblico maturo.
Da molti anni le trasmissioni sono anche ricevibili da satellite, in chiaro, in tutta Europa e Mediterraneo.

 


 

Rai Radio 2 online

Rai Radio 2 streaming

Rai Radio 2 - spesso abbreviata soltanto in Radio 2 - è la seconda rete di Radio Rai, il settore radiofonico della Rai.
Non ha una data di nascita ben precisa, ma dovrebbe avere iniziato a trasmettere tra la fine del 1933 e l'inizio del 1934; infatti il 17 dicembre 1933 fu attivata la stazione di Torino II dalla quale (insieme a quella di Milano II) si iniziò la diffusione regolare dei programmi del gruppo delle stazioni meridionali (Roma-Napoli-Bari). Il 18 marzo  1934 fu attivata la seconda stazione a onde medie di Roma, che iniziò la diffusione regolare dei programmi del gruppo delle stazioni settentrionali (Milano-Torino-Genova).

Nel 1946 assunse la denominazione di Rete Azzurra, cambiandola, con la riforma del dicembre 1951 e la ristrutturazione delle tre emissioni radiofoniche, dal 1 gennaio 1952 in Secondo Programma e successivamente, con ulteriori cambi di denominazione intermedi, si è passati a Radio 2.
Fino al 2000 sulle frequenze ad onda media e modulazione di frequenza di Radio 2 sono stati diffusi i notiziari radiofonici regionali (TGR), ora trasferiti su Radio1, e vengono ancora oggi diffusi gran parte dei programmi per le regioni a statuto speciale. Dal novembre 1982 al 1994 nelle ore pomeridiane, serali e notturne sulla modulazione di frequenza di Radio 2 trovavano posto RaiStereoDue e RadioVerdeRai, mentre in onda media proseguiva la normale programmazione.
Dal 1994 onda media e modulazione di frequenza sono nuovamente unificate.
il logo di Rai Radio 2 utilizzato negli anni '90
Dal 2003, in seguito al nuovo contratto di servizio tra Stato e RAI, la rete ad onda media di Radio 2 è stata progressivamente smantellata, fino ad arrivare nel 2004 ad un'emittente diffusa esclusivamente in modulazione di frequenza.
Rispetto a Radio 1 e Radio 3, Radio 2 dà più spazio a trasmissioni di intrattenimento ed è infatti un'emittente quindi molto in voga anche tra i giovani, grazie soprattutto a trasmissioni Gli Spostati, 610 (sei uno zero), Caterpillar e Ottovolante.
Da molti anni le trasmissioni sono anche ricevibili da satellite, in chiaro, in tutta Europa e nel Mediterraneo.


 

Rai Radio 3 online

Rai Radio 3 streaming

Rai Radio 3, spesso abbreviata in Radio 3, è la terza rete di Radio Rai, settore radiofonico della Rai.
Ha iniziato le trasmissioni il 1 ottobre 1950 come Terzo Programma, ed ha adottato il suo nome attuale nel 1976.
Il logo di Rai Radio 3 utilizzato negli anni '90

In passato era diffusa sia in AM che in FM, ma dal 2003, in seguito al nuovo contratto di servizio tra Stato e RAI, la rete ad onda media di Radio 2 è stata progressivamente smantellata, fino ad arrivare nel 2004 ad un'emittente diffusa esclusivamente in modulazione di frequenza.
Il palinsesto è rivolto prevalentemente a un pubblico cosiddetto di nicchia, sullo stile del vecchio terzo canale radiofonico inglese. Trovano ampio spazio nella programmazione appuntamenti con la musica colta, la letteratura, la lettura di classici, la storia, l'economia, la filosofia, la religione, la mitologia, l'arte e il cinema. Anche l'informazione ha un taglio critico e analitico. Attualmente la proposta è diventata più divulgativa. In passato, sulla rete, non veniva trasmessa la pubblicità.

Nottetempo, al termine delle trasmissioni, la rete si collega col quinto canale della Filodiffusione, che trasmette musica classica. Non mancano anche spazi per i GR3, trasmessi in tre edizioni principali (alle ore 08:45, 13:45 e 18:45) e in altre brevi edizioni nel corso della giornata. Spina dorsale del palinsesto è Il Terzo Anello, che contiene vari programmi.

 


 

RadioNorba online

RadioNorba streaming

STORIA RADIONORBA

L’emittente nasce nel 1976, la sua prima sede è in via Cardinale Gennari a Conversano 2 (Bari). L'emittente sospende le trasmissioni nel 1977 perchè il gruppo editoriale preferisce concentrarsi su Telenorba. Il 29 ottobre 1984, dopo avere studiato a lungo una dimensione più ampia per il rilancio della radio, Radio Norba riparte nella nuova sede di via Divisione Acqui nel centro di Conversano, alla direzione Antonella Caramia. Dal 1986 direttore è Titta De Tommasi (ex giornalista Rai) che promuove una programmazione generalista dedicando particolare attenzione al target 18-35 anni. Nel 1988 l'emittente si aggiudica l'Oscar della Radio.   Attenta sostenitrice della “meridionalità” l’emittente riserva ampio spazio alle proposte artistiche provenienti dal sud. Nel 1991 parte DEVO RADIO, la prima trasmissione televisiva che coinvolge i dj dell'emittente. Allorquando De Tommasi passa alla direzione di Telenorba gli succede alla direzione dell'emittente radiofonica Alan Palmieri (speaker di Radio 105 e di Rtl 102,5).
Fra i programmi cult il varietà SUDISTA, in onda all’ora di pranzo, BATTITI (osservatorio di costume, musica, cinema, arti visive, moda e teatro, in onda anche sulla “sorella” TeleNorba), un altro programma cult è LUIGI LOPERFIDO talk-show ironico e pungente su cronaca e costume.
Hanno lavorato a Radio Norba anche Marino Letteris, l’astrologa Franca Maffei Gianni Simioli, Michele Pasero, Pasquale Sabatelli (responsabile della programmazione musicale), Maurizio Macrì, Maria Grazia Carulli, Fabrizio Fiore, Nino Mazzarino (poi a Kiss Kiss e a Radio 101), Sabino Zaba detto Zabaione (poi a RadioDue), Sabrina Merolla (poi a Radio Capital), Fernando Proce (poi a Radio 105), Antonio Gerardi (poi a Kiss Kiss), Rosaria Renna (poi a Rds), Simone Maggio (poi a Radio Montecarlo), Ilario Lorusso (Veronica Hit Radio), Walter Nudo, Andy Luotto, Carlo Rossi, Max Del Buono, Michele Foresio.
Nel 2003 è stata inaugurata con lo slogan COAST TO COAST una sede a Napoli nel centro direzionale, nel 2008 RadioNorba ha vinto i premi Grolla d'Ora e Media Award come miglior radio locale d'Italia.
Lavorano oggi a Radio Norba: Pasquale Sabatelli, Antonio Bartolomucci, Mia, Cristobal, Carlo Gallo, Maurizio Angelillo, Veronica, Angela Molinari, Franca Mazzei, Marco Guacci, Sandra, Anna Conte, Stefania, Antonio Malerba, Sandra, Tangerla, Maurizio Macri, Michele Pasero, Franca Mazzei, Angela Molinari, Antonia Caramia, Mauro Dal Sogno, Sirio Sisto, Gianni Similioni, Enrico Fornaro, Sara, Paolo Fornisio, Vito Capoti, Dominque Sibilia, Santbyron, Enzo Ginosa, Maurizio Fasano, Leonardo Rossi, Antonio Coletta, Steven Sala, Benny Bolognino. Presidente di Radio Norba è Marco Montrone, figlio di Luca, editore di TeleNorba.
Affiancano Radionorba le emittenti: Radio Norba Music a Bari e Brindisi, Radio Margherita a Foggia e Radio Master nella provincia di Foggia e nella Bat.


 

Radio 105 Network online

Radio 105 Network streaming


STORIA RADIO 105 NETWORK

Radio 105 Network (abbreviato in Radio 105) è un'emittente radiofonica  FM privata a copertura nazionale, con sedi a Milano  e Miami di proprietà del Gruppo Finelco.
Fondata il 16 febbraio 1976 da Edoardo Hazan  ed Alberto Hazan  in un monolocale di via Tito Vignoli a Milano (zona Lorenteggio) emette su 105,4 MHz nei primissimi tempi, per poi occupare la notissima frequenza 99,1 MHz che avrebbe dato l'appellativo di novantanoviani  agli ascoltatori (famosissimo l'adesivo a forma di scudetto con la scritta 99, personalizzato in base alle situazioni e ai programmi). Dopo poco tempo l'emittente si trasferiva nella centralissima Galleria del Corso, dove sono iniziati i primi programmi con l'aiuto dei registi e dei dj più importanti del momento, tra cui Loredana, Mauro Micheloni, Claudio Cecchetto, P3 (Piero Cozzi), Federico detto l'olandese volante e Leonardo Leopardo. In origine il nome era Radio Studio 105 che fu la prima emittente privata ad utilizzare negli anni '70 il regista. Valerio Gallorini fu il primo regista di svariati programmi, tra cui quelli condotti da Gianni Riso, Ronnie Jones, le classifiche Hit 105 (presentata da Alex Peroni), Hit Italia (presentata da Loredana Rancati), Discomania (presentata da Claudio Cecchetto). Loredana Rancati conduceva anche il programma a tavola con Loredana e Paolo Francesco conduceva PF105. Nel 1982 con la denominazione di Rete 105 la radio divenne la prima emittente privata nazionale, cioè con una copertura del territorio italiano di oltre il 50%. Alla direzione artistica dell'emittente si sono susseguiti Loredana, Claudio Cecchetto, Alex Peroni, Silvio Santoro, Guido Monti, Andrea Pietri, di nuovo Alex Peroni e, dal 2003, Angelo De Robertis, che lavora con la radio sin dal 1981. Nella prima parte del 2007, a seguito di una joint venture con la Rcs MediaGroup (proprietaria di Play Radio), il Gruppo Finelco (che controlla Radio 105, oltre che Radio Monte Carlo) ha rafforzato la propria presenza nel mercato dei network radiofonici privati, stringendo in seguito anche un'importante alleanza con il Virgin Group di Richard Branson; quest'ultima operazione ha portato Play Radio a cambiare denominazione in Virgin Radio Italia.


Radio 24 online

Radio 24 streaming


STORIA RADIO 24

Radio 24 è l'emittente radiofonica del gruppo Il Sole 24 Ore.
Inizia a trasmettere il 4 ottobre 1999  sotto la direzione di Elia Zamboni, proponendosi come alternativa alla maggior parte delle emittenti nazionali, bandendo quasi esclusivamente la programmazione musicale in favore di programmi basati sulla parola.

Tra i primi collaboratori figura Giancarlo Santalmassi, a suo tempo giornalista del TG2 e direttore di RadioRai, allontanato nel 2003 per non avere arginato le critiche dell'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga all'allora presidente della Confindustria Antonio D'Amato durante la sua rubrica "Viva voce" del 22 marzo 2002; Santalmassi è rientrato a Radio24 nell'ottobre 2005 assumendo la direzione dei programmi e della testata giornalistica. Dal 10 ottobre 2008 direttore responsabile è Gianfranco Fabi, vice-direttore vicario del Sole 24 Ore.

La Radio è nata e si è sviluppata seguendo una precisa strategia: quella di essere un’emittente “news & talk”, cioè basata sulle notizie e sui programmi parlati di approfondimento e intrattenimento. Attualmente Radio 24 raggiunge ogni giorno oltre due milioni di ascoltatori che diventano 5 milioni nell’arco della settimana. Sul fronte produttivo la sede centrale è a Milano, nel palazzo del Sole 24 Ore, mentre un’altra sede operativa è a Roma dove vengono realizzati anche alcuni programmi.
La prima firma sportiva è Gigi Garanzini anche lui da tempo lontano dalla televisione.
Tra gli altri collaboratori Oscar Giannino, Giuseppe Cruciani, Gianluca Nicoletti e Roberto Galullo.


 

Radio Capital online

Radio Capital streaming

STORIA RADIO CAPITAL

Radio Capital è un'emittente radiofonica  nazionale di proprietà del Gruppo editoriale L'Espresso con sede a Roma.
Nasce a Cormano (MI) nel maggio del 1977 come quotidiano radiodiffuso con il nome di Controradio Cormano sulla frequenza di 93,100 Mhz, con sede in Via Giuseppe Verdi 14. Viene fondata da Roberto Tracogna e dopo un anno di trasmissioni nel 1979 cambia denominazione diventando Radio Extra 2000 con sede a Cusano Milanino. Nel 1980 l'editore, prendendo spunto dalla famosa Capital Radio di Londra, cambia denominazione definitivamente in Radio Capital con il claim "Dance all day", identificativo del format basato esclusivamente su musica dance (soprattutto italiana, al tempo imperante). La diffusione viene notevolmente migliorata con la delocalizzazione dell'impianto dall'originario palazzo di Sesto San Giovanni alla postazione più importante di Milano, il grattacielo Breda (120 metri dal suolo). La frequenza, nel frattempo, era stata riposizionata a 93,050 MHz, per convivere meglio con le emissioni a 92,800 MHz di Vip Radio e 93,300 MHz di Montestella. Nel successivo anno viene creata una società con la stessa denominazione a cui fanno parte il fondatore Roberto Tracogna a cui si unisce Giancarlo Fontana e la sezione dell'allora Partito Comunista Italiano, di Sesto San Giovanni. Nel 1982 il fondatore lascia la società. Il progetto, che ha un buon riscontro di audience, non riesce però ad essere supportato da un'altrettanto buona struttura commerciale che lo valorizzi presso gli inserzionisti pubblicitari ed entra pertanto in crisi.

Nel 1987 la stazione viene comprata dalla Deejay's Gang di Claudio Cecchetto e Valerio Gallorini per sperimentare un nuovo format con programmi solo in lingua inglese condotti da Ronny Hanson e David Lee Stone scomparso nel 2005. Il progetto, poi, si modificherà in un format oldies di musica "disco" esclusivamente anni '70, con grandissimo riscontro da parte del pubblico per la particolare originalità (al tempo le emittenti specializzate in tal senso non erano molte).
Nel 1990, in occasione dell'entrata in vigore della legge 223/1990 (legge Mammì) Cecchetto presenta domanda di concessione come radio locale per il bacino lombardo, avendo già avanzato istanza per la concessione nazionale come Radio Dee Jay. Tuttavia, dopo l'uscita di scena da Radio Dee Jay e volendo concentrarsi su Capital, Cecchetto si accorgerà che per assurgere al ruolo di player primario, occorre dare all'emittente una dimensione superlocale, meglio se nazionale. Quindi, si mette alla ricerca di una rete da acquistare che abbia conseguito la concessione governativa per operare in ambito nazionale, rinvenendola, nella metà degli anni '90, nella società Radio Centro Toscana s.p.a. (editrice di Gamma Radio Network) del gruppo Monti-Riffeser che, avendo presentato domande di concessione distinte per ambito locale e nazionale (entrambe con il marchio Gamma Radio) e maturato il convincimento di voler operare solo su scala locale, decide di alienare la concessione nazionale (ma non il marchio Gamma Radio), che viene pertanto acquistata da Claudio Cecchetto. Il disk-jockey milanese, ridenominata la rete nazionale acquistata come Radio Capital Solo Successi (il marchio Gamma Radio continuerà ad operare proficuamente su scala regionale sulla concessione locale conseguita dalla società milanese Radiant) e vi annette gli impianti della precedente versione locale (tra cui l'impianto 93,050 MHz, nel frattempo riposizionato a 93.100 MHz e delocalizzato in Valcava per illuminare la pianura padana), avviando una campagna acquisti di frequenze per conseguire l'illuminazione del territorio nazionale. Nondimeno, successivamente, Cecchetto, valutato che ormai per competere con i grossi gruppi editoriali servivano risorse economiche di cui non disponeva, avrebbe ceduto anche Radio Capital alla società Elemedia del Gruppo editoriale L'Espresso (cui aveva già ceduto le quote di Radio Dee Jay), che l'avrebbe rilanciata e notevolmente potenziata in termini di diffusione del segnale e di esposizione mediatica.

Oggi Radio Capital è una delle tre reti nazionali (insieme a Radio DeeJay ed m2o) di proprietà della Elemedia società del Gruppo l'Espresso, la redazione giornalistica è diretta da Vittorio Zucconi. Dalla fine di aprile 2007, Linus già direttore di Radio DeeJay assume la direzione artistica anche di m2o e di Radio Capital in sostituzione di Carlo Mancini. Il palinsesto ha un taglio giornalistico e musicale. Gli studi si trovano a Roma in Via Cristoforo Colombo 90.


 

Radio Classica online

Radio Classica streaming

STORIA RADIO CLASSICA

Radio Classica è una stazione radio italiana gestita dalla società editoriale italiana Class Editori, Specializzata in Musica classica. La programmazione include notizie e report finanziari in collaborazione con Class News e Class CNBC.
Diffusione a livello locale nelle città di Milano, Roma, Firenze, Torino, Verona, Bari, Palermo, Como e Upper Brianza, Latina, Lecco e Genova.



 

Radio DeeJay online

Radio DeeJay streaming


STORIA RADIO DEEJAY

Radio DeeJay è un'emittente radiofonica  privata nazionale fondata da Claudio Cecchetto di proprietà del Gruppo editoriale L'Espresso, con sede a Milano in via Andrea Massena, 2.
Radio DeeJay viene fondata da Claudio Cecchetto a Milano il 1 febbraio 1982 sulle ceneri di Radio Music 100. Con lui anche Massimo Carpani, Pippo Ingrosso e Valerio Gallorini (socio ed amministratore). La prima sede è in un appartamento in via Franchetti. Nel 1984 si trasferisce nell'attuale sede in via Massena a Milano. All'iniziò l'emittente si limitava a trasmettere solo alcuni jingles per interrompere la programmazione musicale, ma senza interventi parlati da parte dei deejay.
La programmazione iniziale vide bandita la musica italiana; Cecchetto e soci scelsero di incentrare la radio sulla musica New Wave, privilegiando gruppi inglesi tra i quali i Depeche Mode, gli Spandau Ballet, e successivamente i Duran Duran. Il primo programma parlato fu un'intervista di Claudio Cecchetto a Larry Hagman (il cattivo della serie televisiva Dallas) e i primi Dj in onda furono Ronnie Hanson (in inglese) e Gerry Scotti.
Viene conosciuta a livello nazionale grazie alla trasmissione televisiva degli anni ottanta DeeJay Television ideata e condotta dallo stesso Cecchetto. Si decide così nel 1988 di ampliare la copertura in tutta Italia divenendo Deejay Network. Nel 1989 il Gruppo editoriale L'Espresso, con Eleradio entra a far parte della società Erre D.J. srl rilevando parte delle quote di Cecchetto e Gallorini.
Nel 1992, la sede principale della Radio, in via Massena a Milano, subisce ingenti danni a causa di un attentato, secondo gli inquirenti a scopo di estorsione che provoca un miliardo e mezzo di lire di danni, rendendo la radio non operativa per alcune ore.
A partire dal 1993, radio Deejay si attesta, in termini di ascolto, come la prima radio privata nazionale, con una media di ascoltatori giornalieri che si attesta sui 3.687.000.
Nel novembre 1994, il Gruppo L'Espresso rileva le ultime quote della radio di Claudio Cecchetto (che si è così occupato del suo altro progetto, Radio Capital, poi acquistata anch'essa dal gruppo L'Espresso), e diviene proprietario del 100% dell'emittente attraverso la sua controllata Elemedia.
Nel 1995, Cecchetto lascia anche l'incarico di direttore artistico, a causa di divergenze con la proprietà. Insieme a lui lasciano la radio tra gli altri anche Fiorello e Amadeus.
Nel 1996 viene designato quale nuovo direttore artistico Linus.
Sul finire degli anni 90, e anche nel nuovo millennio , Radio Deejay si è confermata come una delle radio più importanti d'Italia.
Nel 2008, secondo i dati di ascolto forniti da Audiradio, l'emittente si è confermata al secondo posto come ascoltatori a livello nazionale, dietro soltanto a Radio Rai, e quindi ancora al primo posto tra le emittenti private con una media giornaliera di 5.362.000 ascoltatori.


 

Radio Dimensione Suono online

Radio Dimensione Suono streaming


STORIA RADIO RDS

RDS - Radio Dimensione Suono è un'emittente radiofonica  privata italiana con sede principale a Roma,in Via Pier Ruggero Piccio 55 e sede secondaria a Milano, in via Crocefisso 5.
Nasce a Roma nel 1978. Nel 1981 Eduardo Montefusco, attuale proprietario ed editore, rileva l'emittente che in pochi anni diviene una delle radio più ascoltate della capitale; gli studi si trasferiscono dalla Balduina a Piazza Euclide. Nel 1986 nuovo trasloco degli studi, che si spostano in Piazza Mazzini. Sul finire degli anni ottanta comincia l'espansione su tutto il territorio nazionale con il nuovo nome Dimensione Suono Network. A livello locale vengono create altre due emittenti che affiancano il network nazionale, sono Dimensione Suono 2 e Dimensione Suono Roma. Un'altra radio del gruppo RDS è Ram Power.
Negli anni novanta la formula adottata è quella della Hit combination, 50 % musica italiana e 50% musica straniera, 100% grandi successi. Dalla metà degli anni novanta assume il nome di RDS e grazie agli investimenti sulle frequenze e alla formula musicale arriva nel 1997 al primo posto nelle rilevazioni audiradio delle emittenti private più ascoltate, confermandosi leader anche nel 1998 e 1999, e restando sempre sul podio delle radio private. Si avvaleva delle collaborazioni di Maurizio Costanzo (di cui trasmetteva via radio il Maurizio Costanzo Show) e di Enrico Mentana che oggi occupa lo spazio "100 secondi con un direttore di successo". Tra le voci storiche si segnalano quelle di Silvio Piccinno, Teo Bellia, Antonella Condorelli, Faber Cucchetti, che animarono la radio negli anni ottanta, Anna Pettinelli (che attualmente riveste anche il ruolo di Responsabile dei contenuti di conduzione), Marco Liorni, Awanagana, ora in onda su Radio Torino International, Manuela Doriani, famosissima speaker di più radio nazionali, Mauro Marino, ora in forza a Radio Kiss Kiss, Gigi Ariemma (adesso su Radio Capital), Rosaria Renna, Mauro Mazza, Maurizio Modica, Claudio Guerrini, Savino Zaba (ora su Radio2), Filippo Firli, Tamara Taylor (Tamara Giussani), Joe Violanti ( Giuseppe Violanti, che ha cessato la propria collaborazione con l'emittente con il finire del 2009), Max Pagani, Rossella Brescia, Paolo Piva e Luca Lazzari.
RDS è tra le prime emittenti italiane a trasmettere in diretta 24 ore su 24, con 24 notiziari ad ogni punto ora, inoltre trasmette news sportive al minuto 40 di ogni ora e informazioni sul traffico al minuto 20 di ogni ora.
Nel 2006 il gruppo RDS acquista anche la superstation lombarda Discoradio che abbandona da allora il suo sound dance per diventare una hit radio di flusso come RDS ma con sonorità rivolte ad un target più giovane.
Nel 2009 viene inaugurata la nuova sede dell'emittente che si trasferisce da Viale Mazzini a Via Pier Ruggero Piccio nel quartiere Trionfale


 

EcoRadio online

EcoRadio streaming


STORIA ECORADIO

Il progetto Ecoradio nasce nel 2004 con il fine di realizzare un network dedicato ai valori universali dell’ambiente, della pace, della qualità del vivere, dei diritti umani e civili interconnessi a quelli di tutti gli esseri viventi. Quotidianamente Ecoradio diffonde programmi radiofonici d’impegno, cultura, informazione ed intrattenimento, stimolando analisi e consapevolezza delle crescenti minacce che gravano sul Pianeta Terra ma anche delle straordinarie opportunità che l’uomo può guadagnarsi scegliendo modelli di produzione e consumo eco-sostenibili, in altri termini adottando uno stile di vita etico.
Ecoradio diventa così un naturale punto d’incontro multimediale per i numerosi attori che promuovono questo epocale cambiamento nelle Istituzioni, nelle Associazioni ed Organizzazioni non Governative e tra i “Consumatori”, al contempo “Cittadini Protagonisti” di un mondo che può e deve migliorarsi.


 

Radio Italia Network online

Radio Italia Network streaming


STORIA RADIO ITALIA NETWORK

Radio Italia Network (conosciuta anche con l'acronimo di RIN) è una radio di proprietà del Gruppo Next di Domenico Zambarelli. Nata ad Udine nel 1982 come radio dance, si è affermata come uno dei principali network nazionali. Dopo aver cessato le sue trasmissioni via etere nel 2005, si è trasformata in una web radio. Il 13 gennaio 2009 ha ripreso a trasmettere nuovamente anche in FM.
Italia Network col nome di RIN Digital Radio, nel 2005 diviene un'emittente che trasmette esclusivamente via internet  cercando di acquisire ascoltatori anche tramite la community on-line che viene sviluppata sulla piattaforma del sito (in fm per un periodo è ricevibile solo in Versilia). Nel 2008 il progetto viene abbandonato, i dj emigrano su altre radio dove ripropongono i propri format, come Alex Benedetti che approda su Radio Deejay prima, e su m2o poi, col suo programma di house music La noche escabrosa.
Nel 2009 con l'avvio del nuovo progetto editoriale del Gruppo Next, oltre al ritorno in FM con la denominazione Radio Italia Network è previsto anche il rilancio della web radio sempre con la denominazione RIN Digital Radio.
Si ricollega agli anni d'oro di Italia Network un progetto editoriale spagnolo indipendente dagli attuali editori italiani, Radio España Network, conforme all'originale Italia Network (quella del periodo 1982-1995), ascoltabile in FM in Spagna e online in tutto il mondo.
Dal 6 gennaio 2009 un'altra versione on line sempre indipendente dal nuovo progetto editoriale del Gruppo Next è proposta da Michael Hammer e Gianni De Luise col nome di Italia Network in my radio sull'omonimo sito.


 

Radio Italia Solo Musica Italiana online

Radio Italia Solo Musica Italiana streaming

STORIA RADIO SOLO MUSICA ITALIANA

Radio Italia solomusicaitaliana è un'emittente radiofonica FM nazionale considerata tra le prime cinque radio private italiane. È stata la prima radio privata ad utilizzare un format e nello specifico di sola musica italiana.
Il Gruppo Radio Italia, oltre a Radio Italia solomusicaitaliana, comprende due canali televisivi (Video Italia e Radio Italia Tv), l'etichetta discografica Solomusicaitaliana, l'organizzazione di eventi e concerti legati alla musica italiana e un sito internet.
Il 26 febbraio 1982 Mario Volanti, musicista, compositore  e DJ a fronte di un panorama radiofonico caratterizzato da una programmazione musicale essenzialmente straniera, inaugura la prima radio di sola musica italiana. Nonostante il capitale esiguo e l'idea controcorrente, incontra il favore del pubblico rivoluzionandone il gusto e le scelte di mercato. Cinque anni dopo la radio copre il territorio nazionale e nel 1990 conquista il primato di ascolti rilevato da Audiradio diventanto la radio commerciale più ascoltata d'Italia.
L'espansione satellitare attuata dal 1996 permette l'illuminazione dapprima dell'intera Europa, poi del Nord America e del Sud America.
Il 1996 è anche l'anno dell'aquisizione di Radio 105 Classic, temporaneamente ridenominata Rete Italia e successivamente inglobata da Radio Italia che nel 2000 passa da syndication a network.
Il lavoro di promozione e sostegno della musica italiana riconosciuto dagli artisti, musicisti e discografici per i quali diventa un importante punto di riferimento, raccoglie consensi tra le comunità di italiani all'estero, raggiunti anche grazie allo streaming via internet.
Nel 2009 il personale dell'emittente è costituito da circa centocinquanta professionisti tra dipendenti e collaboratori.


 

Radio Kiss Kiss online

Radio Kiss Kiss streaming

STORIA RADIO KISS KISS

Radio Kiss Kiss è un'emittente radiofonica nazionale italiana con sede a Napoli e studi a Roma  e Milano.
Agli inizi degli anni ’70 Ciro Niespolo fonda la discoteca KISS KISS. Radio Kiss Kiss nasce nel settembre del 1976, tra le prime radio libere campane, accompagnando l'omonima discoteca.
Ciro Niespolo contatterà Sasà Capobianco per affidargli la direzione artistica dell'emittente.
Nel 1977 Radio Kiss Kiss riceve il Telegatto dal settimanale Sorrisi e Canzoni TV. Nel 1980 è la radio più ascoltata a Napoli. All'inizio degli 80' con la catastrofe del terremoto dell'Irpinia la radio incomincerà a realizzare i primi radiogiornali per poter informare la popolazione locale campana. Nel 1983 raggiunge il primato come prima radio in Campania. Nel 1985 è, a Napoli, emittente con il maggior numero di ascoltatori per capoluogo.
Sul finire degli anni '80 espande il proprio segnale.
Nel 2000 I fratelli Suraci escono dall'assetto societario di Radio Kiss Kiss, questo porterà dei cambiamenti nella programmazione radiofonica nonché nel claim della radio che diventerà "la radio che ti ascolta".
Nel 2001 La coordinazione artistica viene affidata alla Push Pull di Marcello Pozza che con l'ausilio della sua struttura (fonici, autori) diventa il nuovo direttore artistico dell'emittente partenopea. Radio Kiss Kiss per poter presidiare il territorio Lombardo e poter acquisire le professionalità di alcuni conduttori che vivono sulla piazza milanese apre un sede a Milano in via Aleardo Aleardi.
Nel 2002 la direzione artistica passa a Eddi Berni, che resta al suo posto fino al giugno del 2004.
Nel Luglio del 2004 Lucia Niespolo contatta Marco Minelli ex direttore artistico di Radio Dimensione Suono e One e One per affidargli il compito di coordinatore artistico.
Il 1 maggio 2005 Radio Kiss Kiss apre la sede anche a Roma in via Quirino Visconti dove trasmetterà il neo acquisto Antonio Gerardi prelevato da RTL 102.5.
Nell'estate del 2005 entrano nel capitale sociale dell'emittente la concessionaria pubblicitaria Radio e Reti che acquisirà il 25% del capitale.
Nel Luglio del 2006 in esclusiva riesce a trasmettere integralmente le intercettazioni telefoniche fatte a Luciano Moggi che generarono Moggiopoli.[1]
Con l'ingresso di nuovi soci nella compagine societaria, Radio Kiss Kiss effettua una politica di espansione su tutto il territorio nazionale acquisendo nuove frequenze. Questa azione che vedrà coinvolto anche grossi investimenti pubblicitari avrà ottimi risultati, portando l'emittente dalla undicesima posizione alla sesta.


 

Radio m2o online

Radio m2o streaming

STORIA RADIO M2O

M2O è una radio che trasmette sul territorio italiano. Ha iniziato i programmi il 21 ottobre 2002, sostituendosi alle frequenze di Italia Radio, già radio del PCI-PDS dal 1988 al 1994. Assieme a Radio DeeJay e Radio Capital fa parte delle emittenti radiofoniche del Gruppo editoriale L'Espresso.
La sede della radio è a Roma, in via Cristoforo Colombo 90. Quando è nata la sede era a piazza Indipendenza.
La varietà dei generi musicali proposti (principalmente di musica elettronica/EDM: Electro, house, Techno, dance, hands up, trance ed altri), unita al metodo di divulgazione senza speaker, caratterizzano questo network, orientato ad un pubblico giovane; c'è da dire in merito, però, che da Marzo 2007 lo stile di conduzione di alcuni programmi della radio si sta uniformando a quello dei principali network italiani, con speaker e giochi telefonici.
Tra i programmi: Provenzano DJ Show, Il cammino di Gigi D'Agostino, M to Go, Stardust, Zero DB, Trance Evolution. Tra le collaborazioni di deejay italiani: Gigi D'Agostino (con il programma Il Cammino di Gigi D'Agostino), Roberto Molinaro (con il programma Real Trust, autore dei testi:Michele Diomaiuta), Provenzano Dj (con il programma Provenzano DJ Show), Gabry Ponte (con il programma Gabry2o e "Dance and Love"), Giorgio Prezioso (con "Prezioso In Action"), Dj Ross (con "The Bomb") e Danijay (con "Chemical Area").
Ogni 4 mesi (febbraio, giugno e ottobre, intorno alla metà del mese) escono delle compilation della radio. Il cd, oltre a contenere quindici canzoni dance mixate da Provenzano Dj, contiene anche una traccia ROM interattiva con elementi multimediali aggiuntivi.
La storia di m2o inizia nel 2002, quando un gruppo di deejay si incontrano e si uniscono nella realizzazione di questa nuova emittente radiofonica: l'intento è quello di proporre un nuovo modo di fare radio ed offrire ad un pubblico molto giovane una programmazione di musica 24 ore su 24 senza speaker e conduttori. A capo di questa comitiva ci sono Fabrizio Tamburini (attuale direttore dell'emittente) ed Andrea Rango ("Rangovich"), ma anche Provenzano Dj, Paolo Bolognesi, Andrea Mazza, Luca Martinelli, Simone Girasole, Fabio Amoroso, Paolo Prosperini, Chiara Robiony, Massimiliano Troiani, Victor Montsaint, Carlo Marani.


 

Radio Montecarlo online

Radio Montecarlo streaming

STORIA RADIO MONTECARLO

Radio Monte Carlo è attualmente il nome di due emittenti radiofoniche che trasmettono sul Principato di Monaco, Francia e Italia.
Radio Monte Carlo Info (RMC) trasmette in lingua francese dagli studi di Parigi  su Francia  e Principato di Monaco. È ricevibile in buona parte dell'Italia settentrionale e della costa tirrenica sull'onda lunga di 216 kHz.
Radio Monte Carlo Network trasmette in lingua italiana principalmente dagli studi di Milano e sempre meno dagli studi di Monaco su Italia, Principato di Monaco e Costa Azzurra (Francia). Nata nella primavera del 1966 inizialmente come una parte della programmazione di RMC in italiano, grazie alla direzione di Noel Coutisson, è diventata nel corso degli anni un'emittente indipendente. Il momento di massimo splendore è a cavallo tra la fine degli anni '60 e la metà degli anni '70. Le antenne di RMC, libere dalle censure più o meno velate proprie delle radio italiane, trasmettono le canzoni "oscurate" dalla RAI e diffondono un linguaggio informale su tutta la penisola. È un nuovo modo di intendere la radio, che prospera anche grazie anche ai contratti pubblicitari multimilionari con le varie marche di sigarette che in Italia non possono essere pubblicizzate ma all'estero sì (e gli impianti di trasmissione in modulazione di ampiezza si trovavano infatti in territorio estero, nel Principato di Monaco). Impone il suo stile per molti anni. Nascono i grandi nomi, Luisella Berrino (tuttora in attività), Roberto Arnaldi, Awanagana, Ettore Andenna, Herbert Pagani) e i grandi programmi, vero vademecum per tutta la radio a venire. All'inizio degli anni ottanta le radio in FM, nate qualche anno prima, cominciano però a diventare una minaccia, non tanto per la qualità dei programmi quanto per la qualità del segnale audio. La modulazione di frequenza si afferma infatti come nuovo standard tecnologico, e il grande trasmettitore in onde medie della radio monegasca irradia trasmissioni ascoltate sempre meno. Viene quindi adottata una nuova strategia che porterà Radio Monte Carlo ad "alleanze" con le radio private nelle varie regioni per condividerne i ponti radio in FM. Questa è la stagione dei grandi cambiamenti, arrivano forze nuove con il compito di ammortizzare l'impatto delle nuove emittenti. A Luisella Berrino, Roberto Arnaldi e Awanagana  si affianca la nuova redazione con dj e giornalisti: Max Pagani, Marco Odino, Mario Conti, Manuela De Vito che rivitalizzano la programmazione senza comunque mutare lo stile della radio del Principato. La vera rivoluzione avviene però nel 1987 quando Alberto Hazan, proprietario dell'allora Rete 105, uno tra i maggiori network radiofonici nazionali, acquista i diritti di marchio per la parte italiana di Radio Monte Carlo. Lasciano la radio animatori storici come Roberto Arnaldi e Awanagana  ed arrivano nuove voci (Maurizio Di Maggio, Lester, Patrizia Farchetto, Marco Porticelli, (e, più di recente) Max Venegoni) ed un sound più uniformato alle radio americane. Negli ultimi anni le sempre più numerose ore di trasmissione dagli studi di Milano hanno snaturato non poco il vecchio spirito monegasco dell'epoca di Noel Cutisson uniformando la radio, in maniera probabilmente eccessiva, allo standard della concorrenza e facendole perdere il fascino di un tempo. Dal 2006 in poi sono arrivati a RMC nuovi speaker presi in prestito dalla televisione: Alfonso Signorini, Daniele Bossari, Marco Maccarini e Lucilla Agosti. Inoltre nel 2009 è arrivato anche Fernando Proce, che precedentemente lavorava a RTL. L'aumento delle ore di trasmissione da Milano, l'aggiunta di alcuni particolari animatori e l'allontanamento di altri, oltre che la progressiva crisi di identità che i vertici aziendali, con la mancanza di un progetto aziendale preciso, hanno determinato, hanno fatto perdere alla radio non solo il suddetto fascino, ma probabilmente anche la caratterizzazione di radio nazionale, giacché spesso la parlata, l'umorismo e gli argomenti trattati fanno riferimento in maniera più o meno evidente alla realtà lombarda. Il progressivo calo degli ascolti è forse legato anche a questi motivi.

Recentemente, in un'ottica di differenziazione del prodotto, è stato lanciato un nuovo canale radiofonico, RMC2 (Radio Monte Carlo 2), inizialmente ricevibile in modulazione di frequenza in alcune città italiane e nel Principato di Monaco. Tuttavia le trasmissioni in FM sono cessate ed il canale è attualmente disponibile solo via web. Esiste anche un'altra emittente, Radio Monte Carlo Swiss, che trasmette in tedesco sul territorio della Svizzera.


 

Radio R101 online

Radio R101 streaming


STORIA RADIO R101

R101 è un'emittente radiofonica  FM nazionale privata.
Nata il 6 giugno 2005 dalle ceneri di Radio 101 (ex One-O-One Network, Radio Milano International), è la radio del gruppo Mondadori, appartenente alla holding Fininvest. Ascoltata principalmente da un pubblico compreso tra i 25 e i 45 anni, con una media giornaliera di 2.209.000 ascoltatori (indagine audiradio 4° bimestre 2008), R101 ha sede a Milano.
A R101 trasmettono diversi personaggi del mondo dello spettacolo, come Gerry Scotti, Massimo Lopez, Marco Balestri, Federica Panicucci, Cristiano Militello e gli Zero Assoluto. La musica di R101 spazia tra le canzoni degli anni ottanta, novanta e di oggi.
La redazione giornalistica della radio cura il notiziario Ultimo Minuto e in collaborazione con la testata Mediaset TgCom diffonde approfondimenti tra le 7,00 e le 19,00. Da segnalare anche la collaborazione con il Tg5, con la diffusione dei titoli dell'edizione delle 20,00 e i servizi più importanti tra le 21,00 e le 24,00.
Lo station manager dell'emittente è Francesco Perilli.


 

RMC2 online

RMC2 streaming

STORIA RADIO RMC2

Radio Monte Carlo è attualmente il nome di due emittenti radiofoniche che trasmettono sul Principato di Monaco, Francia e Italia.
Radio Monte Carlo Info (RMC) trasmette in lingua francese dagli studi di Parigi  su Francia  e Principato di Monaco. È ricevibile in buona parte dell'Italia settentrionale e della costa tirrenica sull'onda lunga di 216 kHz.
Radio Monte Carlo Network trasmette in lingua italiana principalmente dagli studi di Milano e sempre meno dagli studi di Monaco su Italia, Principato di Monaco e Costa Azzurra (Francia). Nata nella primavera del 1966 inizialmente come una parte della programmazione di RMC in italiano, grazie alla direzione di Noel Coutisson, è diventata nel corso degli anni un'emittente indipendente. Il momento di massimo splendore è a cavallo tra la fine degli anni '60 e la metà degli anni '70. Le antenne di RMC, libere dalle censure più o meno velate proprie delle radio italiane, trasmettono le canzoni "oscurate" dalla RAI e diffondono un linguaggio informale su tutta la penisola. È un nuovo modo di intendere la radio, che prospera anche grazie anche ai contratti pubblicitari multimilionari con le varie marche di sigarette che in Italia non possono essere pubblicizzate ma all'estero sì (e gli impianti di trasmissione in modulazione di ampiezza si trovavano infatti in territorio estero, nel Principato di Monaco). Impone il suo stile per molti anni. Nascono i grandi nomi, Luisella Berrino (tuttora in attività), Roberto Arnaldi, Awanagana, Ettore Andenna, Herbert Pagani) e i grandi programmi, vero vademecum per tutta la radio a venire. All'inizio degli anni ottanta le radio in FM, nate qualche anno prima, cominciano però a diventare una minaccia, non tanto per la qualità dei programmi quanto per la qualità del segnale audio. La modulazione di frequenza si afferma infatti come nuovo standard tecnologico, e il grande trasmettitore in onde medie della radio monegasca irradia trasmissioni ascoltate sempre meno. Viene quindi adottata una nuova strategia che porterà Radio Monte Carlo ad "alleanze" con le radio private nelle varie regioni per condividerne i ponti radio in FM. Questa è la stagione dei grandi cambiamenti, arrivano forze nuove con il compito di ammortizzare l'impatto delle nuove emittenti. A Luisella Berrino, Roberto Arnaldi e Awanagana  si affianca la nuova redazione con dj e giornalisti: Max Pagani, Marco Odino, Mario Conti, Manuela De Vito che rivitalizzano la programmazione senza comunque mutare lo stile della radio del Principato. La vera rivoluzione avviene però nel 1987 quando Alberto Hazan, proprietario dell'allora Rete 105, uno tra i maggiori network radiofonici nazionali, acquista i diritti di marchio per la parte italiana di Radio Monte Carlo. Lasciano la radio animatori storici come Roberto Arnaldi e Awanagana  ed arrivano nuove voci (Maurizio Di Maggio, Lester, Patrizia Farchetto, Marco Porticelli, (e, più di recente) Max Venegoni) ed un sound più uniformato alle radio americane. Negli ultimi anni le sempre più numerose ore di trasmissione dagli studi di Milano hanno snaturato non poco il vecchio spirito monegasco dell'epoca di Noel Cutisson uniformando la radio, in maniera probabilmente eccessiva, allo standard della concorrenza e facendole perdere il fascino di un tempo. Dal 2006 in poi sono arrivati a RMC nuovi speaker presi in prestito dalla televisione: Alfonso Signorini, Daniele Bossari, Marco Maccarini e Lucilla Agosti. Inoltre nel 2009 è arrivato anche Fernando Proce, che precedentemente lavorava a RTL. L'aumento delle ore di trasmissione da Milano, l'aggiunta di alcuni particolari animatori e l'allontanamento di altri, oltre che la progressiva crisi di identità che i vertici aziendali, con la mancanza di un progetto aziendale preciso, hanno determinato, hanno fatto perdere alla radio non solo il suddetto fascino, ma probabilmente anche la caratterizzazione di radio nazionale, giacché spesso la parlata, l'umorismo e gli argomenti trattati fanno riferimento in maniera più o meno evidente alla realtà lombarda. Il progressivo calo degli ascolti è forse legato anche a questi motivi.

Recentemente, in un'ottica di differenziazione del prodotto, è stato lanciato un nuovo canale radiofonico, RMC2 (Radio Monte Carlo 2), inizialmente ricevibile in modulazione di frequenza in alcune città italiane e nel Principato di Monaco. Tuttavia le trasmissioni in FM sono cessate ed il canale è attualmente disponibile solo via web. Esiste anche un'altra emittente, Radio Monte Carlo Swiss, che trasmette in tedesco sul territorio della Svizzera.


 

RTL 102,5 online

RTL 102,5 streaming

STORIA RADIO RTL 102,5

RTL 102.5 è un'emittente radiofonica  FM nazionale privata Italiana.
Ascoltata principalmente da utenti nella fascia d'età tra i 18 e i 40 anni, con 16.433.000 ascoltatori nella settimana (dati audiradio [2]) è risultata nel 2007 la radio più ascoltata in Italia nei 7 giorni. È stata la prima radio privata italiana ad utilizzare il formato hit radio. Questo format prevede, solo ed esclusivamente, la messa in onda di grandi successi, italiani e stranieri.
Il gruppo RTL 102.5 comprende anche la concessionaria di pubblicità Openspace e il canale satellitare RTL 102.5 TV (canale 750 di SKY), che da settembre 2007 ha lanciato la formula della radiovisione ovvero la possibililità di vedere i conduttori ed i video delle canzoni trasmesse alla radio.
RTL 102.5 nasce a Bergamo nel 1975 come Radio Trasmissioni Lombarde. L'attuale presidente, Lorenzo Suraci, nativo di Vibo Valentia, la acquisisce nel 1987 come mezzo per pubblicizzare la discoteca Capriccio di Arcene (BG). In breve tempo il segnale di RTL viene esteso in tutto il Nord Italia, per poi sperimentare l'idea dell'isofrequenza  nazionale: la sua copertura si amplierà infatti con una rete di frequenze vicine ai 102.500 MHz. Nel 1990 RTL 102.5 diventa uno dei 14 network nazionali italiani. Inoltre, è stata la prima radio privata italiana a creare una propria redazione giornalistica, diretta da Luigi Tornari.
La sede centrale si trova a Cologno Monzese, in viale Piemonte, a pochi passi dagli imponenti studi Mediaset. Nata nel 1997 e ampliata nel 2004, si sviluppa su oltre 3000 mq, ed è la prima struttura in Europa ad essere stata creata "a misura di radio", dove tutto ruota attorno allo studio da cui vengono emessi i programmi.
La sede di Roma è in via Virginio Orsini, nel rione Prati, vicino a Piazza del Popolo, in uno splendido palazzo dei primi ‘900 che ospita la redazione romana e sale di registrazione e da cui vanno in onda alcuni programmi come "Onorevole Dj" e i programmi del weekend "No problem - W l'Italia" e "Chi c'è c'è chi non c'è non parla". Un tempo andavano in onda da Roma anche "The Flight" e "Suite 102.5". Un’altra sede è a Napoli, in prossimità del Maschio Angioino.
RTL 102.5 è inoltre una delle emittenti radiofoniche più attive nell'ambito della tecnologia. La divisione della ricerca e sviluppo è diretta da Eugenio La Teana. L'obiettivo dell'emittente è quello di raggiungere gli utenti attraverso tutte le possibili piattaforme distributive, cioè consente all'ascoltatore di trovare con facilità l'emittente nella sua forma multimediale con la maggior parte di media-devices.


 

Virgin Radio Italia online

Virgin Radio Italia streaming

STORIA VIRGIN RADIO

Virgin Radio è un'emittente radiofonica  FM privata a copertura nazionale con sede a Milano di proprietà del Gruppo Finelco.
Il nome della stazione è lo stesso della storica Virgin Radio UK di Londra, radio che ha cessato le trasmissioni il 28 Settembre 2008. Le trasmissioni hanno avuto inizio alle ore 12:00 del 12 luglio 2007  sulle frequenze liberate da Play Radio, di cui Virgin Radio ha preso il posto in FM.
La nascita della nuova radio è avvenuta dopo la cessione da parte del gruppo RCS Broadcast, principale azionista di Play Radio, del marchio e delle frequenze al gruppo Finelco (già proprietario di Radio 105 e Radio Monte Carlo) di Alberto Hazan; la RCS ha poi rilevato una parte minoritaria delle quote di Gruppo Finelco.
L'accordo tra Gruppo Finelco e Virgin Group è stato finalizzato l'8 giugno 2007 a Londra tra Alberto Hazan, Presidente di Finelco e Richard Branson, Presidente di Virgin Group. Una lettera di intenti era già stata scambiata fra i due Gruppi nel Dicembre 2006.
La radio trasmette con lo slogan style rock, 24 ore su 24 solo musica rock internazionale e italiana. Sono presenti anche spazi dedicati alla storia del rock curati da Paola Maugeri, già volto noto di MTV Italia, chiamati Music History, scaricabili anche in podcast dal sito internet, mentre gli interventi di presentazione dei brani sono registrati da Andrea Toselli e Sophia Eze. Sono presenti 7 appuntamenti giornalieri con le notizie. Nel 2008 è stato lanciato il sito dell'emittente con l'intento di creare un gruppo di ascoltatori legati alla radio e al brand Virgin.


 

Radio Ibiza online

Radio Ibiza streaming


STORIA RADIO IBIZA

Radio Ibiza è una stazione radiofonica della campania, e precisamente di Napoli, la si può ascoltare sulla frequenza di 96,7 MHZ.  E'una radio regionale, che nata in sordina , sta' avendo un grande sviluppo. La radio trasmette principalmente muscia dance.



Radio City Light online

Radio City Light streaming

Radio City Light

Questa radio è nata per gioco, io Manuela e Fabio attuale titolare, stavamo facendo esperienza in altre radio fm e non completamente soddisfatti delle nostre esperienze abbiamo deciso insieme di tentare di creare una radio tutta nostra. Così abbiamo fatto la richiesta alla Siae ai fonici e poco dopo finalmente ci è arrivata la licenza. Quanto eravamo felici di quell'autorizzazione, stentavamo ancora acrederci!!!

La radio sul web è nata effettivamente nel 2008, dentro una piccola cameretta e avevamo pochissime cose per trasmettere e quello che ci serviva ce lo compravamo piano piano.

Attualmente RadioCityLight è venuta finalmente allo scoperto a settembre del 2009, ha una sua sede graziosissima a Civitanova Marche in via bixio 13, con uno staff alle spalle che ci aiuta tantissimo.

Questa radio web si propone a Civitanova Marche come una novità che mancava da tempo e abbiamo scelto il web e non l'fm solo perchè internet è il futuro.

RadioCityLight vanta già di parecchi ascolti e visite non solo localmente ma anche all'estero ed è ascoltata non solo dai giovani ma anche da persone di ogni età e questo per noi è una grande gratificazione e soddisfazione!!!

Speriamo che RadioCityLight cresca sempre di più e ci dia tantissime soddisfazioni!!! Ma vogliamo ringraziare anche tutti i ragazzi che ci hanno seguito questo fantastico sito, che sarà il nostro lancio!!!! buon ascolto a tutti e buona visione!!!

 

 

Diffusé par Adcash

- VIDEO: CHUCKY, LA BAMBOLA ASSASSINA  -

Chucky appare all'improvviso e vi rincorre con un coltello da 20 cm, quali sono le reazioni?

scherzo chucky la bambola assassina

Copyright © 2014 FREE TV ONLINE - STREAMING TV ITALIANE. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

gastrite

contorno occhi